La lotta per il nuovo sindaco a Perugia? ANCHE SE LI VEDIAMO ANCORA NON CREDIAMO AGLI ALIENI TRA DI NOI!

10.01.2022

 Se il centro...se la sinistra...se la destra...se il Governo cadesse!!!

Perché non ci mettiamo pure se gli alieni invadessero la terra?

Ma forse questo è già avvenuto e noi non ci siamo resi conto!

Una marea di ipotesi fatte a mandritta e a manca per quando si dovrà rinnovare la carica di sindaco e del Consiglio Comunale che lasciano il tempo che trovano; naturalmente se non vogliamo vivere di chiacchiere ipotetiche adatte a passare il tempo pizzicando nelle "chiappe" gli avversari politici!

È vero! In qualche modo i giochi del dopo Romizi sono cominciati ma, a dire tutta la verità, questi "giochi" sono iniziati da quando il centro-destra ha preso a moschi la città e non si sono mai interrotti! A ragione o a torto, questo è un altro paio di maniche.

Sono iniziati allora e non hanno mai smesso di essere in "essere".

Secondo voi, quando iniziò la seconda era Romizi (2019) e le deleghe più importanti e significative della gestione amministrativa/politica di Perugia sono state date a piene mani alla Lega (ex Lega Nord) non ha un preciso significato?

E allora che stiamo farfugliando?

La domanda vera è un altra: riuscirà in nostro eroe (Romizi) a sedere per la terza volta su quello scranno comunale per cui ha lottato con le unghie e con i denti fino ad ora e di conseguenza, non regalarlo (come sembra più probabile il contrario) alla Lega, anche se, come escamotage, si dimettesse in tempo utile per aggirare la legge sulla non possibilità di essere rieletto per la terza volta?

Con tutta la buona volontà questa ipotesi mi sembra poco probabile!

Si sente dire in giro che i dirigenti romani di FI gradirebbero che il nostro attuale sindaco non avesse più questi obbiettivi in testa. Chissà perché?

Ma forse lo sappiamo bene o meglio; lo sa chi, come me, ha vissuto all'epoca della sinistra che dominava il Comune della città dove la carica di sindaco era merce di scambio tra comunisti e socialisti. "Faccio fare il sindaco a uno del tuo partito se tu da quella parte o dall'altra mi lasci mano libera per questo o per quello...".

Purtroppo questa è la logica della politica che ancora vige nei meandri del potere.

Come si dice Cambiano i suonatori ma la musica suonata è sempre la medesima!

Giampiero Tamburi (Perugia: Social City)